Intel Chipset Device Software (formerly Chipset Installation Utility Software) viene spesso indicato come il driver del chipset. Questo è un equivoco comune. Un driver è un programma che permette al computer di comunicare (o parlare) con un pezzo di hardware. L'utilità Intel Chipset Software Installation, tuttavia, non è un driver, né include i driver. Contiene file di informazioni (INFS).
Un INF è un file di testo che fornisce il sistema operativo le informazioni su un pezzo di hardware del sistema. Nel caso corrente Chipset Software Installation Utility Intel, è l'informazione è soprattutto il nome del prodotto per il pezzo di hardware. Questo consente al sistema operativo per visualizzare il nome corretto per quel pezzo di hardware in Gestione periferiche.

Se un chipset viene rilasciato dopo un sistema operativo, l'INF consente al sistema operativo per identificare tutti i pezzi del chipset. * Intel e Microsoft lavorano insieme per includere informazioni su entrambi i chipset attuali e futuri nuovi sistemi operativi così, in molti casi, il sistema operativo riconoscerà tutti i pezzi del chipset anche senza l'INF.

La migliore regola è che, a meno che non si sta installando un sistema operativo, non è necessario installare l'utility Intel Chipset Software Installation. Se si installa l'utility Chipset Intel l'installazione del software dopo l'installazione del sistema operativo e il programma di installazione riconosce che alcuni o tutti i nomi dei prodotti in Gestione periferiche corrispondono ai nomi di prodotto nei file INF inclusi, semplicemente non installare quelli INF file.

File INF esporrà al sistema operativo come configurare i (R), componenti del chipset Intel al fine di garantire che le seguenti caratteristiche funzionare correttamente:
- Core PCI e ISAPNP servizi
- Supporto AGP
- IDE/ATA33/ATA66/ATA100 Supporto di archiviazione
- Supporto di archiviazione SATA
- Supporto USB
- Identificazione di Intel (R), componenti del chipset in Gestione periferiche

Il processore Intel ® Chipset Software Installation Utility è convalidato per i seguenti sistemi operativi Microsoft:

Microsoft Windows* 2000
Microsoft Windows* XP
Microsoft Windows* XP Professional x64 Edition
Microsoft Windows* Server 2003
Microsoft Windows* Server 2003 x64 Edition
Microsoft Windows* Vista
Microsoft Windows* Vista x64 Edition
Microsoft Windows* Server 2008
Microsoft Windows* Server 2008 x64 Edition
Microsoft Windows* Server 2008 R2 SP1
Microsoft Windows* 7
Microsoft Windows* 7 x64 Edition
Microsoft Windows* 8
Microsoft Windows* 8 x64 Edition
Microsoft Windows* Server 2012

Il processore Intel ® Chipset Software Utility di installazione contiene il supporto per i tutti i chipset Intel.

Homepage - Processori per notebook, desktop, server, embedded – Intel
Download QUI consigliato da www.PCtrio.com
Mirror Mediafire PcTrio.com QUI
http://forum.pctrio.com/novita-drive...-0-1022-a.html

La guerra del COLTAN e lo sfruttamento del CONGO
Pubblicato da Agostino Sella

La guerra del Coltan
Una materia prima talmente richiesta dal mercato internazionale da aumentare nel prezzo del 600% in meno di 4 anni; manodopera offerta a costi irrisori; autorità locali disposte ad ignorare decine di morti nelle miniere e un autentico disastro ambientale in due parchi naturali, per finanziare una guerra senza fine. E poi ancora, colpi di Stato, contrabbando, diamanti.
Questa è la storia del coltan nella Repubblica Democratica del Congo. Una sostanza che è nel vostro cellulare, nella consolle per videogiochi o nella telecamerina che sognate di comprare, ma anche nei rapporti ONU, nelle denunce delle ong, in interrogazioni parlamentari...

Che cos'è?

E' una specie di sabbia nera leggermente radioattiva formata dai minerali di colombite e tantalite dalla cui contrazione deriva il nome "coltan". Dal coltan viene estratto il tantalio, un metallo raro, molto duro e resistente alla corrosione, usato per la costruzione di turbine aeronautiche e per la fabbricazione di condensatori elettrici di piccole dimensioni. E' usato per aumentare la potenza degli apparecchi riducendo il consumo di energia.
Ha un peso simile a quello dell'oro e pressappoco lo stesso valore. L'80% delle riserve mondiali di coltan si trovano in Africa e l'80% di queste sono in Congo.

Strettamente associato con il niobio (elemento chimico col numero atomico 41) nei minerali e nelle proprietà, il tantalo è stato scoperto nel 1802 dal chimico svedese Anders Gustaf Ekeberg. Deve il suo nome al personaggio mitologico Tantalo (figlio di Niobe) a causa della iniziale identificazione con il niobio. Fu il chimico tedesco Heinrich Rose a dimostrare nel 1844 le loro diverse caratteristiche.


Sebbene isolato molto presto rispetto da altri materiali impuri, fu il chimico russo Werner Bolton che preparò nel 1903 il primo tantalio duttile impiegato come filamento incandescente delle lampadine.


TANTALIO
Simbolo chimico: Ta
Numero atomico: 73
Peso atomico: 180.948
Punto di fusione: 2,996° C (5,425° F)
Punto di ebollizione: 5,425° C (9,797° F)
Proprietà: Duro, molto denso e resistente alla corrosione da acidi. Ottimo conduttore di calore ed elettricità, ha un elevato punto di fusione.


Dove si trova?
Il coltan in natura è nei minerali della colombite e tantalite. Il tantalio mondiale viene fornito da miniere brasiliane, canadesi e australiane. In seguito all’improvviso aumento della sua richiesta seguito al boom dei telefonini, il suo prezzo è aumentato da 65 dollari al chilogrammo nel 1998 a 550 dollari nel 2000 e 375 dollari oggi. Visto che le miniere esistenti, prevalentemente in Australia, Brasile e Canada, non potevano seguire l’improvvisa esplosione della domanda e che l’espansione della produzione avrebbe richiesto anni, i raffinatori di tantalio hanno cercato nuove fonti di approvvigionamento.
L’unico Paese al mondo a possedere riserve di tantalio immediatamente utilizzabili è risultato essere la Repubblica Democratica del Congo (ex-Zaire), dove nella regione orientale di Kivu sono stati scoperti vasti depositi superficiali di sabbie ricche di coltan. Solo recentemente, in seguito alla contrazione della domanda internazionale e alla scoperta di nuovi giacimenti in altri continenti, la 'febbre del coltan' in Congo sembra essersi affievolita.
LO SFRUTTAMENTO DEL CONGO
Il coltan congolese è estratto da una massa di improvvisati minatori che scavano con pale e picconi o addirittura a mani nude il terreno per tirarne fuori la sabbia e portarla a spalla ai centri di raccolta nella città di Goma e da lí in Rwanda. Per nutrire questa massa di disperati i cacciatori stanno sterminando la fauna selvatica dei parchi nazionali della zona.

In particolare, secondo una denuncia del WWF, due tra i luoghi piu' prestigiosi del nord del Paese sono in pratica devastati dall'estrazione del coltan: il Parco nazionale di Kahuzi-Biega e la riserva naturale di Okapi, la cui fauna è a rischio di estinzione. La popolazione di elefanti, ad esempio, è precipitata quasi a zero rispetto ai circa 3.600 pachidermi censiti nel '96; nella sola parte settentrionale del parco di Kahuzi-Biega, sono rimasti 220 gorilla; nel '96 erano il doppio.
A cosa serve?

Dai videogame alle armi nucleari. Grazie alla sua capacità di resistere alle alte temperature e frequenze, il Tantalio - estratto dal Coltan - è diventato un elemento sempre più necessario all'industria elettronica.

Da componente indispensabile per la produzione missilistica e nucleare e per il settore aereospaziale oggi è il "genere di prima necessità" più ricercato dai produttori di telefonia mobile. Cellulari, cerca-persone, personal computer, videogames, ma anche materiali ad uso chirurgico per funzionare hanno bisogno dei microcondensatori al tantalio.


COLTAN E CELLULARI
I nuovi telefoni sono così piccoli grazie all'utilizzo di alcuni metalli, quali il rame, il nichel, il palladio, l'oro, e il tantalio, che aiutano a ridurre le dimensioni. In particolare, il tantalio utilizzato nella costruzione di condensatori passivi che regolano il voltaggio alle alte temperature, negli ultimi anni è stato un fattore chiave nella riduzione delle dimensioni dei telefoni mobili. Tanto che la richiesta di questo componente minuscolo da parte dei giganti della telefonia mobile ha spinto il prezzo del prezioso metallo fino al 600% in meno di tre anni.

Il telefono cellulare non è altro che una radio che invia e riceve segnali lavorando a bassa potenza. Contiene una batteria, un piccolo microfono, un minuscolo al****rlante, un display a cristalli liquidi, una tastiera, non diversa da un telecomando televisivo, un'antenna, usata per ricevere e trasmettere segnali. I condensatori di tantalio sono utilizzati come accumulatori di energia, pronti all'uso quando sopravvenga una forte ondata di energia verso un telefono cellulare. Questi componenti aiutano a fornire quell'energia extra per il telefono, che la batteria non può fornire da sola.

Nel 2000 sono stati venduti globalmente 400 milioni di telefoni, il 45% in più rispetto all'anno precedente. Nel 2001 i leader della telefonia mobile si aspettano di venderne in tutto il mondo più di 500 milioni di unità. Dal momento che i telefoni cellulari non sono ancora riciclabili, i fabbricanti non possono riutilizzare i metalli rari per i telefoni futuri, anche se si stanno sperimentando forme seppur limitate di riciclaggio. I prezzi del tantalio sono quindi rimasti alti anche perché gli unici sostituti dei condensatori di tantalio - i condensatori di ceramica - non possono essere costruiti in scala sufficientemente piccola per adattarsi alle dimensioni dei nuovi cellulari.

Nell'aprile 2001 l'Onu ha presentato un rapporto contro lo sfruttamento illegale dei giacimenti di coltan nel nord del Congo e il traffico di diamanti dall'Angola. Secondo i dati dell'ONU, circa 1500 tonnellate del prezioso materiale sono state esportate illegalmente dall'Africa tra la fine del 1998 e l'estate 1999. Il traffico di coltan, ma anche di oro e diamanti, avrebbe fruttato ai guerriglieri del Raggruppamento congolese per la democrazia circa un milione di dollari al mese, che sarebbero stati impiegati per finanziare la guerra contro il governo di Kinshasha. Dopo la diffusione di queste notizie, diverse associazioni non governative belghe hanno lanciato una campagna di protesta con lo slogan ''niente sangue sul mio Gsm''. E proprio le pressioni delle ong hanno convinto la compagnia aerea belga Sabena (citata nel rapporto ONU insieme ad altre 13 compagnie) e la svizzera Swissair a sospendere il trasporto del coltan.

Gli interessi in gioco
"I principali motivi di conflitto nella Repubblica Democratica del Congo (RDC) sono diventati l'accesso a cinque risorse minerali di prima importanza- colombotantalite, diamanti, cuoio, cobalto e oro - nonché il controllo ed il commercio di queste materie". E' il primo punto delle conclusioni degli esperti ONU, che nello scorso aprile in un rapporto hanno messo nero su bianco nomi, indirizzi, responsabili e vittime del traffico del coltan.
Il Consiglio di Sicurezza ha istituito una commissione d'inchiesta ancora al lavoro, e altrettanto ha fatto il Parlamento belga, preoccupato per il possibile coinvolgimento di imprese del Paese.
Per inquadrare la dimensione del traffico e suoi effetti, alcune cifre: all'inizio degli anni '90, una libbra di coltan costava 20 dollari, e ancora 4 anni fa, il prezzo oscillava intorno ai 97 dollari. Nel gennaio di quest'anno, è arrivato a 350 dollari per libbra, prima di scendere nelle ultime settimane. Lo scorso marzo, una settantina (ma c'è chi dice oltre 100) minatori sono morti per il crollo di una miniera vicino a Goma. Nella riserva naturale di Okapi, dove si estrae il coltan, la fauna è a rischio di estinzione. Solo fra la fine del 1998 e l'estate 1999 circa 1500 tonnellate di coltan sono state esportate illegalmente dall'Africa.


Il percorso del coltan è parallelo a quello di oro e diamanti e avrebbe fruttato ai guerriglieri del Raggruppamento congolese per la democrazia un milione di dollari al mese. Soldi trasformati in armi per combattere contro il governo di Kinshasha.

CUI PRODEST
"Il legame fra lo sfruttamento delle risorse naturali e il proseguimento della guerra nella Repubblica Democratica del Congo - si legge nel rapporto degli esperti ONU - è effettivo e poggia su 5 fattori (...):
- l'attitudine di certi paesi a finanziare la guerra fino ad un certo punto poggiando su risorse proprie, come nel caso dell'Angola;
- l'attitudine di certi Paesi a prelevare risorse dal nemico e a servirsene per condurre una guerra 'autofinanziata', come nel caso del Ruanda;
- la propensione di certi governi di mettere a profitto e sviluppare una situazione di guerra per trasferire a beneficio della loro economia nazionale ricchezze prelevate da altri Paesi, come nel caso del Ruanda e dello Zimbabwe;
- l'interesse di privati cittadini ed alcune imprese a prolungare la guerra per trarne un beneficio politico, finanziario o altro. E' il caso dei generali dell'esercito ugandese e dello Zimbabwe, di politici poco raccomandabili (Victor Mpoyo, Gaetan Kakudji, Mwenze Konkolo) nel governo della RDC;


- l'attitudine di una delle parti in conflitto a offrire un interessamento (sotto forma di prodotti minerari e sotto altre forme) ai propri alleati e ai suoi soldati, come nella RDC".

Di coltan in quest'angolo di Africa ce n'è molto: l'80% dei giacimenti mondiali conosciuti, anche se ora si comincia ad estrarre in Sudamerica e in Oceania. E qui il coltan sembra riuscire in un compito impossibile, mettendo d'accordo affaristi e governi, rispettabili società di esportazione e ribelli congolesi; trafficanti e autorità locali; Paesi nemici riavvicinati dalla prospettiva di facili guadagni in un Paese, la RDC, dove buona parte del territorio è presidiato dai guerriglieri e dove la morte di Kabila ha indebolito il potere centrale.


Fulcro insostituibile, la Societé minière des Grands Lacs (Somigl), creata e controllata dal Rassemblement Congolais pour la Democratie (RCD), che amministra il Congo occupato dalle truppe ruandesi. Una percentuale fissa del ricavato dall'esportazione del coltan (ufficialmente, il 10%) viene così direttamente assorbita dai ribelli ruandesi, come documentato dall'inchiesta del http://www.diario.it/ . Ma come sempre in Africa, cifre precise sono impossibili.





Coltan, la sabbia nera: quante vite costano i nostri telefoni cellulari?
Angelo Calianno - COLTAN, LA SABBIA NERA. Quante vite costano i nostri telefoni cellulari? - SENZA CODICE

Pensate ai vostri regali, pensate a quante volte dei genitori per far felici e rendere più moderni i loro figli gli hanno regalato telefoni cellulari e video giochi di ultima generazione.
Ma qualcuno si è mai fermato a pensare a quanto costa realmente quell’oggetto così normale oggi per noi? Non in termini di denaro, ma in termini di vite umane e distruzione.
Uno dei componenti fondamentali di tutti i nostri telefoni, video camere, video giochi è un conduttore chiamato Coltan.

Che cos’è il Coltan?
Molti pensano che molte guerre Africane siano la causa di conflitti tribali, ma non è così.
Quasi nessuno lo sa, ma questo minerale è la causa principale della guerra che dal 1998 ha ucciso più di 4 milioni di persone in Congo ed è oggi, uno dei componenti fondamentali dei nostri cellulari, un metallo più prezioso dei diamanti.

Il coltan è la combinazione tra COLOMIBTE e TANTALITE la percentuale di quest’ultima
appunto è quella che determina il prezzo del Coltan, dal Coltan si estrae la Tantalite , che è quello che serve nei nostri componenti tecnologici.
Il coltan ha l’aspetto di sabbia nera e rappresenta un elemento fondamentale in video camere, telefonini e in tutti gli apparecchi HI TEC (come la playstation) serve a ottimizzare il consumo della corrente elettrica nei chip di nuovissima generazione e rendono possibile un notevole risparmio energetico.

Ma come si lega il problema della guerra al coltan?
L’ 80 % del Coltan in circolazione si trova solo in Congo, alcune delle più grosse multinazionali sfruttano queste miniere ed i congolesi che vengono pagati 200 dollari al mese (la paga di un normale lavoratore in Congo è di 10 dollari al mese).
Questo scatena una vera e propria corsa alle miniere da parte dei guerriglieri che se ne vorrebbero impadronire, non solo dal Congo ma anche dalla vicina Uganda e Rwuanda.
Ma come è facile prevedere estrarre questo prezioso minerale ha i suoi effetti indesiderati, solo per i minatori ovviamente.

Il coltan contiene una parte di uranio, quindi è radioattivo, provoca tumori e impotenza sessuale, viene estratto dai minatori a mani nude…
Le miniere di Coltan hanno l’aspetto di grandi cave di pietra, il minerale si ottiene spaccando la roccia; spesso i guerriglieri del RDC (Rassemblement Congolaise pour la Democrazie ) si divertono a terrorizzare i civili ed i minatori uccidendoli nelle miniere,tanto che racconta un ragazzo i lavoratori hanno dovuto scavare delle buche in cui ripararsi ogni volta che arrivano i ribelli.
Qualche anno fa in Italia la gente impazziva per trovare nei negozi la Playstation 2, diventata introvabile, il motivo fu proprio la carenza del Coltan di cui si era fermata l’estrazione per i problemi legati alla guerra.

I soldi che le multinazionali spendono per estrarre il Coltan come sempre non servono per alimentare la popolazione, costruire scuole o ospedali, tutt’altro, servono a finanziare la guerra, comprare Armi, dar da mangiare ai soldati.
Pochi sanno quali sono esattamente le società che comprano il Coltan, non è facile scoprirlo, perché ci sono decine di intermediari che passano dall’Europa, in particolare dal Belgio (si sospetta che anche l’ex compagnia aerea di bandiera belga la “Sabena” trasportasse illegalmente il minerale)
Ma i principali fautori di questo che sta diventando un genocidio sono Nokia, Eriksson e Sony,
non basta ma sotto c’è anche un mercato nero del coltan che viene rubato dai guerriglieri e poi rivenduto attraverso altri mediatori ugandesi, rwuandesi, e spesso europei ed americani.

Come detto precedentemente il prezzo del Coltan varia a seconda della percentuale di Tantalite, nel 1998 il Coltan costava 2 dollari al kg, oggi ne costa 100, ma questo mercato è estremamente instabile ,perché nel 2004 quando la richieste da parte dell’occidente erano tantissime arrivò a costare 600 dollari al kg.

Recentemente è stato scoperto un nuovo giacimento di Coltan, in Amazzionia, si comincerà a lavorare presto con le conseguenze che tutti possono prevedere, forse altre storie di ribellione degli Indios e morte.
Da piccolo mi venne insegnato che la risoluzione della guerra è sempre la PACE , temo che in questo caso se nulla cambierà, la fine della guerra del Congo, si otterrà solo con la fine delle sue risorse minerarie, e guerra e distruzione si concentreranno in un altro....
.... meraviglioso posto…..da distruggere.

Angelo Calianno




KeePass è un gestore di password Free e Open Source, che vi aiuta a gestire le password in modo sicuro. Puoi mettere tutte le password in un unico database, che è bloccato con una chiave master o un file di chiave. Quindi, basta ricordare una sola password master o selezionare il file chiave per sbloccare l'intero database. I database sono criptati utilizzando gli algoritmi di crittografia migliori e più sicuri. KeePass supporta l'Advanced Encryption Standard (AES, Rijndael) e l'algoritmo Twofish per cifrare i database di password. Entrambi questi algoritmi sono considerati molto sicuri. AES ad esempio è entrato in vigore come norma degli Stati Uniti ed è approvato dalla National Security Agency (NSA) per informazioni top secret. Un database delle password è costituito da un solo file e possono essere trasferiti da un computer all'altro con facilità.KeePass utilizza il comune formato di esportazione CSV di varie cassette di sicurezza come le password Password Keeper e Agent Password. Le esportazioni di questi programmi possono essere facilmente importati ai database KeePass. La lista delle password possono essere esportati in vari formati come TXT, HTML, XML e CSV.

KeePass è portatile: può essere trasportato su una chiavetta USB e funziona su sistemi Windows senza essere installato.

Sistemi operativi supportati: Windows 2000, XP, Vista, Windows 7, Windows 8 (32-bit e 64-bit).

Variazioni KeePass 2.22:
Nuove funzionalità:
* Quando l'opzione per ricordare fonti principali è attivata, KeePass adesso ricorda anche se l'account utente è necessario.
* Aggiunto 'Visualizza' -> 'Raggruppamento nella Lista di inserimento' menu.
* Aggiunto azione del trigger 'Chiudi database attivo'.
* Aggiunto linea '-ioiscomplete' opzione di comando, che indica KeePass che il percorso e le credenziali di file system sono completi (finestra di dialogo 'Apri URL' non verrà visualizzata allora).
* Aggiunto il supporto per l'importazione di file XML SafeWallet (3.0.4 e 3.0.5).
* Aggiunto il supporto per l'importazione di file CSV TurboPasswords 5.0.1.
* LastPass importatore CSV: aggiunto il supporto per gli alberi di gruppo.
* Alle meine Passworte importatore XML: aggiunto il supporto per i campi personalizzati ei nomi dei gruppi con caratteri speciali.
* Importatore Password Safe XML: aggiunto il supporto per il campo e-mail.
* Aggiunto 'Help' pulsante nella finestra di dialogo generica importatore CSV.
* Aggiunto soluzione per il bug 642188 NET,. Migliori elementi visibili visualizzazione elenco sono oggi ricordate in vista dei dettagli con i gruppi abilitati.
* Aggiunto soluzione per il bug di forma del titolo Mono aggiornamento barra di testo (ad esempio, che ha causato bug 801414).
Miglioramenti / Modifiche:
* Dopo aver chiuso la finestra di dialogo raccolta personaggio, KeePass ora attiva in modo esplicito la finestra precedente.
* Migliorato il comportamento quando si annulla la finestra di dialogo selezione icona.
* Main reindirizzamento attivazione finestra ora funziona con tutti i dialoghi KeePass automaticamente.
* Lo stato della finestra del database corrente è oggi ricordato prima di aprire un altro database.
* I parametri precedenti vengono ora scartate quando si passa da evento di trigger diverso / condizione / azione tipi.
* Unified separatori nei percorsi di gruppo.
* Lo stato dell'interfaccia utente è stato aggiornato dopo l'aggiunta di una voce e facendo clic su un link di riferimento voce nella vista voce.
* Il '-entry-url-open' opzione della riga di comando la ricerca per trovare le voci corrispondenti in tutti i database aperti.
* Migliorata contesto determinazione del database durante l'apertura di un URL.
* Aggiunto il supporto per i valori speciali in campi data / ora importato da KeePass 1.x
* Migliorata HTML entità di decodifica (il supporto per più entity e le sezioni CDATA, il miglioramento delle prestazioni, ...).
* RoboForm importatore HTML: URL vengono convertite in minuscole ora e il supporto per una rotazione ordine speciale di attributi è stato aggiunto.
* Rimosso la Password Gorilla importatore CSV, gli utenti devono utilizzare l'importatore generico CSV (che può importare più dati rispetto al vecchio importatore specializzato CSV).
* Scoperte di file migliorati.
* Migliorata prova modulo di iscrizione automatica di tipo finestra di definizione.
* Nel pacchetto MSI, la versione è ora incluso nel nome del prodotto.
* Libreria nativa chiave di trasformazione: Boost discussioni sostituito da Windows discussioni API (perché i thread Boost può portare a crash su ristrette sistemi Windows 7 x64).
* Vari miglioramenti dell'interfaccia utente.
* Varie ottimizzazioni del codice.
* Piccoli miglioramenti altri.

Homepage - KeePass Password Safe
Download QUI consigliato da www.pctrio.com
http://forum.pctrio.com/novita-drive...ss-2-22-a.html




Intel Chipset Device Software (formerly Chipset Installation Utility Software) viene spesso indicato come il driver del chipset. Questo è un equivoco comune. Un driver è un programma che permette al computer di comunicare (o parlare) con un pezzo di hardware. L'utilità Intel Chipset Software Installation, tuttavia, non è un driver, né include i driver. Contiene file di informazioni (INFS).
Un INF è un file di testo che fornisce il sistema operativo le informazioni su un pezzo di hardware del sistema. Nel caso corrente Chipset Software Installation Utility Intel, è l'informazione è soprattutto il nome del prodotto per il pezzo di hardware. Questo consente al sistema operativo per visualizzare il nome corretto per quel pezzo di hardware in Gestione periferiche.

Se un chipset viene rilasciato dopo un sistema operativo, l'INF consente al sistema operativo per identificare tutti i pezzi del chipset. * Intel e Microsoft lavorano insieme per includere informazioni su entrambi i chipset attuali e futuri nuovi sistemi operativi così, in molti casi, il sistema operativo riconoscerà tutti i pezzi del chipset anche senza l'INF.

La migliore regola è che, a meno che non si sta installando un sistema operativo, non è necessario installare l'utility Intel Chipset Software Installation. Se si installa l'utility Chipset Intel l'installazione del software dopo l'installazione del sistema operativo e il programma di installazione riconosce che alcuni o tutti i nomi dei prodotti in Gestione periferiche corrispondono ai nomi di prodotto nei file INF inclusi, semplicemente non installare quelli INF file.

File INF esporrà al sistema operativo come configurare i (R), componenti del chipset Intel al fine di garantire che le seguenti caratteristiche funzionare correttamente:
- Core PCI e ISAPNP servizi
- Supporto AGP
- IDE/ATA33/ATA66/ATA100 Supporto di archiviazione
- Supporto di archiviazione SATA
- Supporto USB
- Identificazione di Intel (R), componenti del chipset in Gestione periferiche

Il processore Intel ® Chipset Software Installation Utility è convalidato per i seguenti sistemi operativi Microsoft:

Microsoft Windows* 2000
Microsoft Windows* XP
Microsoft Windows* XP Professional x64 Edition
Microsoft Windows* Server 2003
Microsoft Windows* Server 2003 x64 Edition
Microsoft Windows* Vista
Microsoft Windows* Vista x64 Edition
Microsoft Windows* Server 2008
Microsoft Windows* Server 2008 x64 Edition
Microsoft Windows* Server 2008 R2 SP1
Microsoft Windows* 7
Microsoft Windows* 7 x64 Edition
Microsoft Windows* 8
Microsoft Windows* 8 x64 Edition
Microsoft Windows* Server 2012

Il processore Intel ® Chipset Software Utility di installazione contiene il supporto per i tutti i chipset Intel.

Homepage - Processori per notebook, desktop, server, embedded – Intel
Download QUI consigliato da www.PCtrio.com
Mirror Mediafire PcTrio.com QUI
http://forum.pctrio.com/novita-drive...-0-1017-a.html




Waterfox 18.0.1 è fondamentalmente una versione a 64 bit di Firefox. Il codice sorgente di Firefox è preso e compilato per funzionare specificamente per computer a 64 bit di Windows. Per rendere Waterfox risaltare un po 'di più, è compilato con ottimizzazioni in modo che venga eseguito in modo più efficiente e più veloce di una semplice compilazione di Firefox come un programma a 64 bit. Dopo essere stato compilato appositamente per questo tipo di sistema, le sue prestazioni è migliore rispetto alla versione standard di Firefox. Icone e nomi a parte, Waterfox è identico a Firefox, e viene aggiornato ogni volta che fate la versione principale, con la differenza che l'eseguibile è stato compilato per i sistemi x64 e Windows. Waterfox si basa sulla generazione di Firefox corrente stabile, il che significa che funziona esattamente nello stesso modo. A parte il suo nome sul menu nella parte superiore della finestra principale, non c'è niente da differenziarlo da Firefox. Parti Waterfox le impostazioni di Firefox, così si dovrebbe venire a disinstallarlo, non selezionare l'opzione per eliminare tutte le informazioni personali se si sta ancora utilizzando Firefox.

È necessario Visual C + + 2010 Redistributable Package (x64) installato! Scaricalo QUI

Caratteristiche:
• in fase di compilazione di Intel C + + Compiler
• Intel Math Library
• Streaming SIMD Extensions 3
• Advanced Vector Extensions
• Jemalloc
• Profile-Guided Optimization
• O3 / switch
• Compatibilità di estensione 100%
• 64-bit Plugin Supporto
• A prova di futuro!

Variazioni Firefox 18.0.1:

Quote:

First revision of the Social API and support for Facebook Messenger
Click-to-play blocklisting implemented to prevent vulnerable plugin versions from running without the user's permission (see blog post)
Updated Awesome Bar experience with larger icons
JavaScript Maps and Sets are now iterable
SVG FillPaint and StrokePaint implemented
Improvements that make the Web Console, Debugger and Developer Toolbar faster and easier to use
New Markup panel in the Page Inspector allows easy editing of the DOM
Sandbox attribute for iframes implemented, enabling increased security
Over twenty performance improvements, including fixes around the New Tab page
Pointer lock doesn't work in web apps (769150)
Page scrolling on sites with fixed headers (780345)
Problems involving HTTP Proxy Transactions (Associated bugs)
Disabled HIDPI support on external monitors to avoid rendering glitches (bug 814434)
Faster JavaScript performance via IonMonkey compiler
Preliminary support for WebRTC
Experience better image quality with our new HTML scaling algorithm
Performance improvements around tab switching
Support for new DOM property window.devicePixelRatio
Improvement in startup time through smart handling of signed extension certificates
Support for W3C touch events implemented, taking the place of MozTouch events
Disable insecure content loading on HTTPS pages (62178)
Improved responsiveness for users on proxies (769764)
JumpLists have now been fixed! Thanks to MoonChild (Pale Moon Project) for the tip!
Homepage - Waterfox - The fastest 64-bit variant of Firefox on the web
Download QUI consigliato da PCtrio Versione installabile sia su 32 che 64 Bit
http://forum.pctrio.com/novita-drive...-18-0-1-a.html




Waterfox 18.0.1 è fondamentalmente una versione a 64 bit di Firefox. Il codice sorgente di Firefox è preso e compilato per funzionare specificamente per computer a 64 bit di Windows. Per rendere Waterfox risaltare un po 'di più, è compilato con ottimizzazioni in modo che venga eseguito in modo più efficiente e più veloce di una semplice compilazione di Firefox come un programma a 64 bit. Dopo essere stato compilato appositamente per questo tipo di sistema, le sue prestazioni è migliore rispetto alla versione standard di Firefox. Icone e nomi a parte, Waterfox è identico a Firefox, e viene aggiornato ogni volta che fate la versione principale, con la differenza che l'eseguibile è stato compilato per i sistemi x64 e Windows. Waterfox si basa sulla generazione di Firefox corrente stabile, il che significa che funziona esattamente nello stesso modo. A parte il suo nome sul menu nella parte superiore della finestra principale, non c'è niente da differenziarlo da Firefox. Parti Waterfox le impostazioni di Firefox, così si dovrebbe venire a disinstallarlo, non selezionare l'opzione per eliminare tutte le informazioni personali se si sta ancora utilizzando Firefox.

È necessario Visual C + + 2010 Redistributable Package (x64) installato! Scaricalo QUI

Caratteristiche:
• in fase di compilazione di Intel C + + Compiler
• Intel Math Library
• Streaming SIMD Extensions 3
• Advanced Vector Extensions
• Jemalloc
• Profile-Guided Optimization
• O3 / switch
• Compatibilità di estensione 100%
• 64-bit Plugin Supporto
• A prova di futuro!

Variazioni Firefox 18.0.1:

Quote:

First revision of the Social API and support for Facebook Messenger
Click-to-play blocklisting implemented to prevent vulnerable plugin versions from running without the user's permission (see blog post)
Updated Awesome Bar experience with larger icons
JavaScript Maps and Sets are now iterable
SVG FillPaint and StrokePaint implemented
Improvements that make the Web Console, Debugger and Developer Toolbar faster and easier to use
New Markup panel in the Page Inspector allows easy editing of the DOM
Sandbox attribute for iframes implemented, enabling increased security
Over twenty performance improvements, including fixes around the New Tab page
Pointer lock doesn't work in web apps (769150)
Page scrolling on sites with fixed headers (780345)
Problems involving HTTP Proxy Transactions (Associated bugs)
Disabled HIDPI support on external monitors to avoid rendering glitches (bug 814434)
Faster JavaScript performance via IonMonkey compiler
Preliminary support for WebRTC
Experience better image quality with our new HTML scaling algorithm
Performance improvements around tab switching
Support for new DOM property window.devicePixelRatio
Improvement in startup time through smart handling of signed extension certificates
Support for W3C touch events implemented, taking the place of MozTouch events
Disable insecure content loading on HTTPS pages (62178)
Improved responsiveness for users on proxies (769764)
JumpLists have now been fixed! Thanks to MoonChild (Pale Moon Project) for the tip!
Homepage - Waterfox - The fastest 64-bit variant of Firefox on the web
Download QUI consigliato da PCtrio Versione installabile sia su 32 che 64 Bit
http://forum.pctrio.com/novita-drive...-18-0-1-a.html

Salve ragazzi, ho un wester digital da 1 th esterno collegato tramite usn al pc desktop. bene circa due mesi fà ho dovuto sostiuire la scheda madre e altri componenti hardware dopo uno sbalzo di corrente e reinstallare xp sp2. ad oggi:

1 l hd esterno dopo la reistallazione di xp ha sempre dato da pc desktop l'errore di scrittura rimandata non riuscita rallentando il sistema fino a non riuscire più a leggere alcuni contenuti delle cartelle, anche se in realtà il contenuto esisteva perchè da portatile tutto era visibile. riavvando il desktop a volte non lo vedeva più nemmeno in risorse del computer e soltanto staccando e riattando la usb lo ritrovava con autoplay

2 facendo il test da pc desktop con le utility della western digital ad un certo punto il test si blocca dicendo che troppi cluster sono danneggiati.

3 scarico le stesse utility e rifaccio eseguire lo scan disk da portatile tutta la notte e mi dice che il test è stato eseguito perfettamente.

4 ho escluso i cavi e le varie prolunghe delle usb

Vi viene in mente qualcosa?

Saluti a tutti

Buongiorno, acquistai per problemi di spazio un hhd western digital autoalimentato da 2 tb e come mi spiegò il venditore collegai alla presa di corrente l'alimentatore e lo spinotto usb dietro al pc. Fin qui tutto bene il problema arrivò subito dopo al riavvio del pc in quando lo stesso arrivava alla schermata di avvio di windows7 e la rimaneva in estasi senza permettere al sistema di avviarsi. Staccandolo dalla presa usb partiva immediatamente il sistema. Ho provato successivamente a collegarlo a un husb- usb autoalimentato che ho sulla scrivania ( lo stesso è collegato direttamente dietro al pc) e il sistema parte senza problemi. Cosa può essere ....grazie:roll:




NetBSD è un sistema operativo Open SourceUnix-like, sicuro e altamente portabile disponibile per molte piattaforme, dai computer a 64 bit Opteron e sistemi desktop ai dispositivi palmari ed embedded. Le sue caratteristiche di design pulito ed avanzate lo rendono idoneo a produzione e ambienti di ricerca, ed è facile con codice sorgente completo. Molte applicazioni sono facilmente disponibili attraverso la raccolta NetBSD Packages. NetBSD è un sistema altamente integrato. Oltre alla sua altamente portabilità, kernel ad alte prestazioni, NetBSD offre un set completo di utilità dell'utente, compilatori per diverse lingue, il sistema X Window, software firewall e numerosi altri strumenti, il tutto accompagnato dal codice sorgente completo. La Collezione NetBSD Packages, pkgsrc, contiene oltre 5700 pacchetti. Versioni dei pacchetti binari per un certo numero di piattaforme sono attualmente in corso.

Il sistema operativo NetBSD è un full-optional, open source, sistema UNIX-like derivato dal rilascio Networking Berkeley 2 (Net / 2), 4.4BSD-Lite, e 4.4BSD-Lite2. NetBSD funziona su 57 diverse architetture di sistema con 17 architetture in 17 distinte famiglie di CPU.

NetBSD è distribuito in tre forme: comunicati ufficiali, NetBSD rilascio, NetBSD e correnti. Comunicati formali sono fatti periodicamente e sono ben collaudati, il codice sorgente, e strumenti di installazione. NetBSD-release è un'istantanea giornaliera aggiornata. NetBSD corrente è una distribuzione notturna delle fonti più recenti di sviluppo, pensato per le persone che vogliono l'ultimo software in assoluto.

Far raggiungere miglioramenti di rete, ma non solo prestazioni migliori, anche fare di NetBSD una scelta eccellente per un gateway VPN. PAM (Pluggable Authentication Modules) quadro aggiunge una maggiore flessibilità alla gestione degli utenti NetBSD e semplifica l'integrazione in reti eterogenee. Il kernel, librerie e di programmi in grado di gestire file system più grandi di due terabyte, e il supporto per Xen 2.0 permette di hosting molti server virtuali su una singola macchina.

Cambiamenti nella versione 6.0.1

Quote:

Security Fixes



  • expat: Fix CVE-2012-1147, CVE-2012-1148 and CVE-2012-0876.
  • BIND: Address CVE-2012-5688: Named could die on specific queries with dns64 enabled.



General kernel



  • posix_spawn(): Fix processes with attributes.
  • Resolve races between vget() and vrele() resulting in vget() returning dead vnodes.
  • Prevent crash when unsupported fd's are used with kevent.



Networking



  • Fix "atomic fragments" for IPv6.
  • ipf: Fix alignment issues in ipmon. (PR#47101)
  • npf: handle delayed checksums in the network stack. (PR#47235)



File systems



  • smbfs: Make smbfs actually work on big-endian ports.



Drivers



  • ciss(4): don't try to handle sensors if there aren't any.



Platforms



  • x86 (i386, amd64):
    • Work around a possible gcc bug generating bad assembler code. (PR#45673)
    • Disable C1E on AMD K8 CPUs, to prevent freeze during boot.


  • xen:
    • Prevent a memory corruption issue that locks up a Xen DomU, and can potentially cause file system corruption. (PR#47056, PR#47057)
    • Fix: Xen Dom0 NetBSD kernel could crash by adding duplicate xenwatches.




Userland fixes



  • Update to tzdata2012j.
  • cdb: don't refuse to open databases without entries or keys.
  • Address graphics corruption in recent Cairo, manifested most commonly by certain rendered text sections appearing as solid rectangular blocks of color.








Homepage – The NetBSD Project
Download QUI consigliato da PCtrio
NetBSD 6.0.1

Modello DCM (BNT-600AP)
http://www.powercom-usa.com/ProductImg/bnt400fb.JPG
(con entrata classica alimentatore e uscita schuko)
Sito
Welcome to Powercom.com


Su ciabatta dedicata con:
Desk 350 W
Monitor led
Casse audio
Programma di gestione
UPSMON v2.743 (sito VEDI)

Da qualche giorno appena avvio l’ ups, piuttosto che dare corrente stabile alla ciabatta, il relè stacca e attacca ripetutamente rimanendo in mod emergenza (vedi img cerchio 1 e 2).
Foto 1 VEDI
Foto 2 VEDI

Come se non ricevesse corrente.
Dando a video msg:
La corrente è stata interrotta…
La corrente è stata ripristinata!



Ho provato ad alimentare separatamente l’ups, connettendo il cavo com al pc per vedere se l’alimentazione veniva rilevata
Ups spento = parametri a zero (regolare)
Ups acceso = ( solo mod emergenza, con biper acustico attivo) parametri …

Freq entrata = 50
Freq entrata = 50
Livello carica = 100
Caricamento 0/ 3
Tensione entrata = 230
Tensione entrata = 233

ma il relè non si stabilizza!

Ho provato due batterie (nuove): non risolto
Se stacco la batteria il sistema si spegne..
riaccendo l’ups e qualche volta parte, ma se avvio il test da prg dedicato, riprende a non funzionare.

Ho provato da due pc.
Ho testato direttamente, tramite tester digitale (multimetro), la tensione in entrata e in uscita nei piedi del connettore alla scheda
Rosso-Blu (entrata) = 230 +/-
Bianco-Nero (uscita = 180/190
Alla batteria arriva correttamente una corrente di ricarica di 13.8V.


Quelle rare volte che parte, invece da:
Rosso-Blu (entrata) = 230 +/-
Bianco-Nero (uscita = 230 +/-

Chiedo una mano per capire cosa controllare.

PS:
qualche sera fa, avevo connesso alla ciabatta un altro pc con monitor a tubo catodico, e dopo circa un paio di orette di funzionamento (di entrambe le macchine), mi era apparso un avviso di eccessivo assorbimento.
Immediatamente dopo avevo spento il tutto.
Nei due giorni successivi ha continuato a funzionare regolarmente.

Grazie !