Sei tu che controlli il software che utilizzi o è questo a controllare te? Queste sono le uniche due possibilità; con il software o sono gli utenti a controllare il programma o è il programma che controlla gli utenti.
Nel primo caso, in cui gli utenti controllano il programma, si tratta di free software: perché gli utenti abbiamo un controllo effettivo sul programma, essi hanno bisogno di alcune libertà fondamentali; queste quattro libertà fondamentali sono i criteri guida del software libero.
La libertà zero è la libertà di eseguire il programma come desideri.
La libertà uno è la libertà di studiare il codice sorgente del programma - cioè gli schemi del programma, presentati in una forma comprensibile per l'essere umano - e poi modificare il programma in modo che operi nel modo che desideri.
Con queste due libertà ogni utente, individualmente, ha il controllo del programma; con queste due libertà ciascuno è libero di far operare il proprio computer come vuole.
Richard Stallman

Richard Stallman
: Sono Richard Stallman. Io ho lanciato il movimento per il Free Software, che è il software “libero”, perché parliamo di libertà, e non di prezzo. Ho guidato lo sviluppo del sistema operativo Gnu, che oggi è utilizzato insieme al kernel Linux, come sistema “Gnu/Linux” da milioni di computer.[Il Software Libero] consente di controllare il proprio computer ed il software che questo esegue ed evita che succeda il contrario. Se si utilizza software non libero, software proprietario, software “soggiogante”, allora è il programma che controlla te, utente, e tutti i suoi utenti, ed il proprietario controlla il programma, il che significa che il software è uno strumento di potere per il proprietario nei confronti dell’utente.
Questa è un’ingiustizia; ecco perché dobbiamo farla finita col software non libero.Intervistatore: Non è quindi solo una questione di prezzo.
Richard Stallman: Non è assolutamente una questione di prezzo. Il prezzo, in definitiva, è solo un dettaglio; non c’è nulla di sbagliato nel pagare dei programmatori per il lavoro che svolgono. Io sono stato un programmatore, non mi offendeva essere pagato per il mio lavoro.
Il punto non è questo ma piuttosto:.......

Articolo completo qui
Blog di Beppe Grillo

Ricordo a chi vorrà intervenire che su PcTrio è VIETATO parlare di politica! Buona Lettura

ClamWin Antivirus è un programma gratuito per Microsoft Windows 7 / Vista / XP / Me / 2000/98 e Windows Server 2008/2003. Fornisce un’interfaccia utente grafica per il motore Clam AntiVirus. È dotato di una interfaccia a riga di comando per la scansione dei file, l’aggiornamento delle definizioni dei virus, e un demone per velocizzare la scansione necessario nei sistemi ad alte prestazioni.

ClamWin Free Antivirus è basato sul motore ClamAV, completamente gratuito e open source anti-virus software. Esso utilizza la GNU General Public License dalla Free Software Foundation. Si prega di notare che ClamWin Free Antivirus non include uno on-access scanner in tempo reale. È necessario eseguire la scansione manualmente un file per rilevare un virus o spyware.

ClamWin Free Antivirus caratteristiche:
• I tassi di rilevamento di virus e spyware;
• Download automatico degli aggiornamenti del database dei virus. Team di ClamAV aggiorna regolarmente il database dei virus per includere un nuovo virus / variante subito dopo appare;
• Scanner Virus Standalone;
• Right-Click Menu per l’integrazione di Microsoft Windows Explorer;
• Addin per Microsoft Outlook per rimuovere virus infetti automaticamente gli allegati. Il supporto incorporato per mbox, Maildir e file di posta grezzi
• Supporto integrato per RAR (2.0), Zip, gzip, bzip2, Tar, MS OLE2, file di MS Cabinet, MS CHM (Compressed HTML), MS SZDD
• Supporto integrato per i file Portable Executable compressi con UPX, FSG e Petite.

Modifiche nella versione 0.97.55:
Migliorata la bytecode del carico firme
Migliorata la gestione degli archivi tar e file CHM
Vari miglioramenti delle prestazioni

Homepage – Free Antivirus for Windows – Open source GPL virus scanner
Download QUI consigliato da PcTrio.com